RESOCONTO E VIDEO SUPERMATCH 2012

Il 4 febbraio si è disputata nell’usuale cornice del Vittoriale di Gardone Riviera la settima edizione della gara più spettacolare e prestigiosa della SBFI, il SUPERMATCH 2012, che è ormai una gara rinomata e famosa in tutto il mondo del braccio di ferro.

 

Quest’anno a causa delle avverse condizioni meteorologiche è mancata la presenza di alcuni atleti importanti, ma il livello qualitativo della competizione è stato comunque decisamente alto, in particolar modo per la presenza di un forte e numeroso team dalla Spagna, davvero una squadra agguerritissima.

 

Nella categoria fino a 65 kg ha dominato incontrastato l’ex pluri campione mondiale dei 60 kg, lo spagnolo Ivan Portella, tornato in ottima forma dopo un ritiro di quasi dieci anni!

Al secondo posto troviamo il nostro grande Capra Franco, sempre ai primissimi posti nelle competizioni nazionali (ed anche ai mondiali nelle categorie Master), che ha però trovato un Franzini Manuel in grandissima forma stavolta!  Franzini ha battuto Capra nel loro primo incontro, ma ha poi dovuto soccombere alla potenza del gancio del campione sardo nella semifinale di categoria.

Nella categoria fino a 75 kg la vittoria finale è stata aspramente combattuta fra il nostro campione nazionale Loche Andrea e l’atleta spagnolo Armando Garcia, davvero dei bei match con un Loche estremamente deciso e grintoso, ,ma alla fine l’atleta spagnolo è riuscito ad avere la meglio sul nostro campione.   Al terzo posto un ottimo Piazzolla Marco, che rientra alla grande dopo un periodo di inattività.

Nella categoria fino a 85 kg c’era davvero un livello qualitativo altissimo, con la presenza della leggenda del nostro sport Pascal Girard, del campione francese Lovei Jozsef, e della nuova grande promessa della SBFI, il figlio d’arte Ermes Gasparini, un atleta giovanissimo e davvero fenomenale!  Ermes ha battuto Lovei ed ha impegnato notevolmente Pascal Girard nel loro primo incontro, perdendo per doppio fallo di gomito, ma in finale l’esperienza e la maestria del veterano svizzero si sono fatte valere facendogli guadagnare la vittoria, con il nostro Ermes in una solida seconda posizione. Al terzo posto un notevole Virlan Ivan (del team di Bertacchi Giulio) che ha disputato degli incontri davvero spettacolari!

Nella categoria fino a 95 kg ha trionfato l’altro giovane astro nascente della SBFI, l’atleta friulano Stefano Pividori, che è riuscito a spuntarla in finale contro una delle più grandi leggende del braccio di ferro italiano, il grandissimo Massimo Gasparini (padre di Ermes), che ha finalmente ripreso a gareggiare ad alti livelli dopo un periodo di ritiro dovuto a problemi fisici, e l’ha fatto presentandosi davvero in gran forma nonostante la non indifferente età, battendo Pividori nel primo incontro e contendendogli duramente la vittoria in finale!  Al terzo posto Romeo Cristian, un atleta che ha iniziato a gareggiare da pochi anni ma che sta facendo dei notevoli progressi negli ultimi tempi, complimenti alla sua passione e costanza, ottimo risultato per lui davvero meritato.

Nella categoria oltre i 95 kg ha spadroneggiato il campione bresciano Cappa Davide, uno dei nomi più famosi del panorama del braccio di ferro nazionale, davvero troppo forte per tutti i suoi avversari. Al secondo posto il grande Guatta Cristian, stavolta era allenato e carico, pronto a dare ulteriore lustro alla sua splendida carriera di veterano di questo sport. Al terzo posto l’atleta spagnolo Gustavo Perez, davvero molto forte ed abile.

All’ASSOLUTO, in cui i primi tre classificati di ogni categoria si sono contesi il titolo di Campione Supermatch 2012, il dominatore incontrastato è stato ancora una volta Cappa Davide, che ricordo aveva già conquistato questo prestigioso titolo nell’edizione 2008, e anche questa volta la superiorità di Davide su tutti gli altri atleti in competizione era davvero netta!

 

Al secondo posto Guatta Cristian che ha disputato davvero degli ottimi incontri con grande grinta e dimostrando grande esperienza, Guatta si mantiene ancora saldamente nella rosa dei dieci migliori atleti d’Italia dopo addirittura vent’anni di carriera!

Al terzo posto il fenomeno Ermes Gasparini che ha sbalordito tutti ancora una volta con un’altra grande prestazione, ha vinto facilmente tutti i suoi incontri e in semifinale ha dato parecchi problemi a Guatta, guadagnandosi così il massimo rispetto da parte del veterano.

Veniamo ora alle SFIDE del Supermatch 2012, quest’anno tre sfide con vittorie nette:

 

Nella sfida fra atleti italiani si sono affrontati i campioni Lamparelli Frank e Nimis Fabio, ero incerto sull’esito di questa sfida e non mi ero sbilanciato in pronostici, ma la superiorità di Lamparelli è stata netta e schiacciante e Fabio non ha potuto fare nulla per evitare un secco 5-0, anche se ci ha provato fino all’ultimo round dimostrando un grande spirito combattivo. Lamparelli è decisamente a un livello superiore, d’altronde voglio ricordare che Frank aveva compiuto l’incredibile impresa di battere il campione mondiale dei 100 kg in carica Dimitry Trubin al nostro campionato Internazionale dello scorso anno, e non è poco!!  Lamparelli è un atleta di caratura mondiale.

 

Il campione svizzero Martin Zangger (6° nei 90 kg al Mondiale 2010) ha battuto nettamente 5-0 il nostro campione nazionale degli 85 kg Ermes Paganin, purtroppo Ermes si era ammalato due giorni prima della gara ed aveva la febbre, l’aveva già annunciato prima della gara ma da vero guerriero non si è tirato indietro ed ha combattuto fino alla fine, peccato per questo risultato, sono certo che il nostro Paganin si rifarà presto da questa sconfitta!

 

L’ultima sfida è stata sicuramente la più importante e spettacolare, si sono affrontati in una grande battaglia il nostro 6 volte campione nazionale Assoluto Edmir Frroku e l’attuale campione mondiale ed europeo dei 100 kg Krasimir Kostadinov! Edmir è stato grande e ha messo in seria difficoltà il campione Mondiale nel primo round, dimostrando ancora una volta di possedere una forza in gancio tremenda, davvero ai massimi livelli mondiali. Ma Kostadinov era leggermente più forte e preparato di Edmir e soprattutto aveva maggiore resistenza sulla lunga distanza, mentre la forza di Edmir andava scemando round dopo round, fino alla decisione di ritirarsi dopo il terzo round lasciando il risultato fermo sul 3-0 a favore del grande campione bulgaro. Faccio comunque i complimenti al nostro Edmir perchè aveva davanti un campione del mondo ed europeo, ma ha combattuto davvero bene!

Per finire un grandissimo grazie di cuore ai miei arbitri che hanno gestito nel migliore dei modi questa competizione, i quattro arbitri nazionali Menegazzo Fulvio, Pellicciari Ivan, Bertoli Davide e Bertoldi Federico.

Un ringraziamento speciale come al solito anche alle mie collaboratrici e giudici di gara Sara Pagani e Virna Nedrotti, davvero insostituibili!

Presidente S.B.F.I. RIZZA CLAUDIO

MEMBRO DI

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia

AFFILIATA

 
SBFI affiliata Atleti Olimpici ed Azzurri d'Italia SBFI affiliata CSEN