Resoconto Mondiale 2019


SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia - Mondiale 2019

Grandissima soddisfazione per la trasferta mondiale tenutasi a Costanta (Romania) dal 26 ottobre al 4 novembre 2019.
L’evento è stato segnato da tre importantissimi risultati:

  • Katia Crucitti è stata eletta capo arbitri WAF di questo mondiale
  • Rusu Marius Daniel vince il titolo mondiale nei Master 90 Kg
  • Tomas De Marchi vince il titolo mondiale Master oltre 100 Kg

Come potete capire questi tre successi riempiono di grande orgoglio la nostra Federazione e tutti i sui associati!
Nella graduatoria finale delle classi Master maschili, grazie ai nostri risultati, abbiamo portato l’Italia al quarto posto della classifica vinta dalla Russia e, a seguire, la Romania e gli Stati Uniti.

Ventisei gli atleti italiani che hanno combattuto in questo difficile mondiale. Il livello era ottimo e il numero di atleti davvero notevole.
Cinquantacinque le nazioni partecipanti e una media di venti atleti per ogni categoria di peso.

Comunico ora i risultati di ogni singolo atleta; da premettere che, se nei Master ci siamo difesi con ottimi risultati, nei Senior non è stato lo stesso.

Nella categoria Juniores c’era solo un atleta, Samuele Lucarelli. Purtroppo non è riuscito a rientare nella sua categoria, gli 80 Kg, e quindi ha dovuto gareggiare nella +80 Kg. Troppa la differenza di peso con i suoi avversari.
Samuele arriva tredicesimo di sinistro e decimo di destro. Tutta esperienza!

Nei Gran Master il nostro Giovanni Accardo per un soffio arriva a podio. E’ quarto nei 70 Kg sinistro, mentre con il destro è quinto.
Nei 90 Kg rientra in competizione Antonio De Filippo, ma i tanti anni di inattività si fanno sentire ed arriva solo quindicesimo con il braccio destro.
Nei 100 Kg Ivano Peruch è sesto con il braccio sinistro e ottavo con il destro. Decisamente più in forma rispetto ai mondiali precedenti!
Alberto Fabris nella categoria oltre 100 Kg ottiene un ottimo quarto posto con il braccio sinistro ed è sesto con il destro. Un buon mondiale per lui e belle anche le sue lacrime di consapevolezza in quanto poteva andare a podio.

Nella categoria Senior Gran Master 75 Kg Ermanno Marangon arriva quarto con il sinistro e secondo con il destro. Inizialmente partito male, ha dato prova del suo orgoglio guadagnandosi un importante podio mondiale.
Nei 90 Kg lo strepitoso Mario Bernardi arriva terzo con il braccio sinistro coronando cosi tanti anni di sacrifici. Con il destro è quinto.
Guido Moruzzi, sempre nei 90 Kg, è quinto con il braccio sinistro. Con il braccio destro si avvicina al podio, ma arriva quarto.
Nei 100 Kg Claudio Rea fa due podi. Arriva terzo con il sinistro e secondo con il destro. Buono anche il suo mondiale avanti cosi.

Nella categoria Master 70 Kg Cristian Zanini arriva nono con il braccio sinistro. Un’altra storia è con il braccio destro, vincendo tantissimi incontri si classifica al quinto posto, consapevole che con un incontro vinto in più sarebbe riuscito a salire sul podio, alla prossima Cristian, bella e apprezzata anche la sua emozione.
Domenico Stelo, al suo esordio, nei 90 Kg è quattordicesimo di sinistro e nono con il braccio destro.
Sempre nei 90 Kg Daniel Rusu si classifica al settimo posto con il braccio sinistro. Diversamente con il braccio destro vince su atleti come Getalo, Onder e Anelauskas.
Arriva in finale da vincente e vince il mondiale spazzando via tutti e dimostrando la sua netta superiorità nella categoria. Un grande stupore, non solo da parte sua, ma da parte di tutti. Vittoria inaspettata, ma meritata e guadagnata. Daniel è un atleta di poche parole ma di tanti fatti!
Nei Master 100 Kg Franzis Gastaldello è undicesimo di sinistro e decimo di destro.
Anche Cappa Davide compete nei 100 Kg dimostrando di essere un leader di questa categoria. Perde solo con i campioni rumeni Oncescu e Fat. E’ terzo di sinistro e quarto di destro. Un grande Cappa!
Per la prima volta Frank Lamparelli partecipa alla categoria sinistro master oltre 100 kg. Vince tantissimi incontri, ma perde la possibilità del podio arrivando quarto. Il peso nettamente superiore dei suoi avversari ha fatto la differenza.
Ultima la categoria Master oltre 100 Kg destro dove Tomas De Marchi vince il titolo mondiale. Combatte con grande astuzia, tecnica e grinta. Batte il possente americano Merritt ed in finale lo slovacco Peter Spusta.
Tutti abbiamo visto la splendida forma di Tomas e pensavamo che potesse fare un ottimo mondiale, infatti cosi è stato. Per lui è stato un risultato eccezionale, ma lo è stato anche per il ruolo che ricopre nella Federazione Italiana. Orgogliosi di te Tomas!
Unica atleta Master nella categoria Femminile è Elisabetta Canton. Si classifica terza di sinistro ed è quarta con il destro. E’ premiata la sua costanza e la sua presenza. Brava Elisabetta!

Passiamo alle categorie Senior.
Due le atlete femminili. Chiara Acciaio nei 50 Kg è undicesima di sinistro e quattordicesima di destro.
Layla Lamparelli nei 65 Kg sinistro è dodicesima, con il braccio destro invece affronta e vince incontri molto difficili ed impegnativi ma perde la possibilità di poter accedere al podio per un doppio fallo. E’ sesta, ma consapevole che, con un po’ più di preparazione e fortuna, ci potrà arrivare.
Manghi Thomas nei Senior 60 Kg destro parte bene vincendo difficili incontri, ma il braccio gli crea dei problemi e si ferma al nono posto.
Nei 65 Kg difficoltà per Franco Castrese. Arriva ventunesimo di sinistro e ventesimo di destro.
Anche Silviu Gheorghita, nei 70 Kg, non riesce a dimostrare le sue potenzialità. E’ ventitreesimo di sinistro e quindicesimo di destro.
Nei 75 Kg Placido Gioco vince molti incontri, ma è ottavo di sinistro e nono di destro.
Adrian Lutai nei 90 Kg non brilla con il braccio sinistro, con il quale è quindicesimo, mentre vince bei incontri con il destro arrivando nono.
Sempre nei Senior 90 Kg fa la migliore prestazione Antonello Lucarelli con il braccio sinistro. Grande la sua grinta e la cattiveria agonistica. Arriva sesto con il braccio sinistro e tredicesimo con il braccio destro.
Nei 100 Kg Cappa Davide, che decide di provare anche i Senior, arriva diciassettesimo di sinistro e fa una buona prestazione con il braccio destro arrivando settimo.
Problemi per Frank Lamparelli nei 110 Kg. Non è il solito Frank, è molto distante dalle sue solite prestazioni è tredicesimo di sinistro e ventunesimo di destro. Un vero peccato!
Stessa sorte anche per Manuel Battaglia nei oltre 110 Kg. Molto demotivato e senza cattiveria agonistica, arriva diciottesimo di sinistro ed undicesimo di destro. Vista la sua preparazione, è stato un vero peccato. Non erano le sue giornate.

Ringrazio il capitano della Nazionale Ermanno Marangon, sempre attento alle esigenze degli atleti.
Ringrazio tutti gli atleti, vittoriosi e vinti.
Grazie agli arbitri Denis Tognana, collaboratore prezioso della S.B.F.I. e di Katia, e Antonio De Filippo, il quale è stato premiato come unica presenza al mondiale per avere partecipato alle selezione per il film Over the Top di Sylvester Stallone.
Antonio porta a casa inoltre il livello WAF Junior.
Ringrazio Katia Crucitti per il suo importante ruolo in questo mondiale e la soddisfazione portata alla Federazione italiana.
Grazie Toma De Marchi, campione del mondo e direttore tecnico della WAF.
Grazie anche a Daniel Rusu per la gradita sorpresa. Campione del mondo.

Ci vediamo nel 2020 al mondiale in Georgia!

Claudio Rizza

 
 

Risultati completi

Photogallery:
Team arrival
Congress
Registration & Referee Seminar
Day 1
Day 2
Winners Day 2
Day 3
Winners Day 3
Day 4
Day 4 finals
Winners Day 4
Day 5
Winners Day 5
Day 6
Day 6 finals
Winners Day 6

       

MEMBRO DI

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia