Swiss Open 2014

Il 18 ottobre si è tenuto a Martigny in Svizzera il consueto Swiss Open.

Un buon gruppo di atleti italiani capitanati da Gambirasio Fabrizio e Bertoldi Federico si sono contraddistinti per gli ottimi risultati ottenuti. Va detto che in Svizzera l’organizzazione a volte è poco professionale.

Veniamo ora al resoconto della gara, che ho scritto con l’aiuto del mio collaboratore Gambirasio Fabrizio.

Col braccio sinistro Ivan Virlan  si è classificato al secondo posto negli 85 kg Senior. Virlan è un ottimo atleta, che quest’anno è stato poco presente nelle competizioni nazionali, spero quindi di vederlo più spesso alle gare della SBFI, che lasciatemelo dire sono sicuramente molto meglio organizzate!

Virlan ha tirato molto bene, nonostante il sinistro non sia il suo braccio migliore, e considerando anche che alla pesatura era a 80 kg. L’ho visto decisamente in forma, sicuramente sarà un protagonista agli internazionali di Riccione.

Con il braccio destro è stato purtroppo penalizzato da un errore, dato che lo hanno inserito per sbaglio nella categoria di peso superiore!  A parer mio avrebbe tranquillamente vinto gli 80 kg.

Lutai Adrian ha ottenuto il secondo posto col braccio sinistro nella categoria dei 100 kg Senior.

Anche Adrian per problematiche personali non è stato molto presente nelle nostre competizioni in Italia, di sinistro rimane un atleta molto forte ma deve imparare a trovare la giusta armonia al tavolo, più tranquillità e meno tensione, e una volta risolti questi problemi diventerebbe un atleta completo. Ha tirato davvero bene, ma si è dovuto arrendere in finale. L’atleta svizzero Doan Simsek ha dimostrato di essere superiore col braccio sinistro. Lutai è arrivato secondo anche nei 100 kg col braccio destro. Adrian, come anticipato, ha tirato bene sia di destro che di sinistro, ottenendo due ottimi secondi dietro a Doan Simsek, di destro però ha perso per doppio fallo. E’ stato penalizzato da un errore arbitrale, ma purtroppo ogni competizione ha la sua storia.  Fare l’arbitro è terribilmente difficile, figuriamoci quindi in Svizzera dove la preparazione è piuttosto amatoriale.

Federico Bertoldi quinto classificato Cat. oltre 100 kg Senior.

Federico ci ha provato, penso che questa gara lo spronerà a fare ancora meglio in futuro.  Va precisato comunque  che prima di gareggiare aveva arbitrato molti incontri, da solo, e non poteva quindi essere concentrato al massimo per la sua competizione.

Antonio Campli primo classificato Cat. 80 kg Esordienti. Antonio al peso era a 68 kg, la categoria più bassa di peso era quella fino a 80 kg. Ha tirato molto bene, contro atleti più pesanti di lui, arrivando in finale da perdente. In finale ce l’ha messa tutta ed è riuscito a vincere tutti e due gli incontri, complimenti a questo nuovo atleta!

Christian Morelli quinto classificato Cat. oltre 80 kg Esordienti. Finalmente un’ottima prestazione da parte di questo atleta, che è riuscito a vincere due incontri, combattendo fino alla fine. Anche lui è stato leggermente penalizzato, in quanto gli atleti con cui ha gareggiato erano superiori di peso. Bravo questo atleta, armato di tanta passione, anche per lui il podio è vicino.

Fabrizio Gambirasio primo classificato Cat. 60 kg Senior. Purtroppo erano solo in due, Gambirasio non ha avuto nessuna difficoltà  a vincere, diciamo che considerando il problema che ha al gomito forse è stato meglio così, in modo da poter recuperare prima e rientrare al meglio nelle competizioni più importanti.

Ivan Barone secondo classificato Cat. 70 kg Senior. Ho visto Barone in gran forma e deciso, è arrivato secondo nella categoria più numerosa della competizione! Addirittura è arrivato a contendersi la gara fino all’ultimo incontro!

Ermes Paganin secondo classificato Cat. 90 kg Senior. Ermes, da poco Campione del mondo 90 kg Master, e con una grande stagione alle spalle, in cui ha vinto tutte le competizioni che ha disputato, è stato battuto in categoria solo dal leggendario campione Pascal Girard, che non ha certo bisogno di presentazioni. Ermes è riuscito nell’impresa di vincere l’Assoluto di questa gara, ma va detto a onor del vero che atleti come Bieli Silvan e Pascal Girard si sono affaticati molto in un durissimo incontro fra di loro, comunque la resistenza e la potenza di Paganin hanno sicuramente avuto la meglio alla fine, dimostrando la sua grande preparazione!

Speriamo di poter vedere anche lui in azione all’Internazionale di Riccione, dato che Paganin è un atleta sicuramente temuto da tanti, in Italia e anche all’estero.

Complimenti a tutti questi atleti, vi stimo per i vostri importanti risultati e per aver onorato la maglia della Nazionale, anche  grazie a voi il braccio di ferro italiano sta diventando sempre più importante e conosciuto!

Rizza Claudio – Presidente SBFI

MEMBRO DI

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia

AFFILIATA

 
SBFI affiliata Atleti Olimpici ed Azzurri d'Italia SBFI affiliata CSEN