Resoconto Internazionale “Due Torri” 2014

Eccomi a commentare il Campionato Internazionale. Senza falsa modestia, ritengo sia una delle più belle gare mai organizzate in Italia. Ormai la Federazione Italiana SBFI, che è nata nel 1995, ha raggiunto un livello organizzativo molto alto, e presenta la nostra disciplina sportiva come un autentico sport mondiale.

Bella location al Palafiera di Riccione, e la partnership con il Bodybuilding di Franco Fabbri che ci ha permesso di affiancarci ad un’importantissima competizione: il Due Torri – internazionale di Bodybuilding.

Per la prima volta in una gara italiana era presente il Segretario Generale della WAF – Mircea Simionescu,  ed il suo assistente Florin Lazar, che grazie ad un’intesa presa dal nostro Vice Presidente Virna Nedrotti, hanno portato il nuovo programma utilizzato agli ultimi due campionati del Mondo: Polonia 2013 e Lituania 2014.

Uno staff veramente all’altezza con tre giudici di gara: Virna Nedrotti, Cristina Corsalini e Sara Pagani, e undici Arbitri: Camilla Kattstrom, Savez Za, Fulvio Menegazzo, Katia Crucitti, Cristina Toteri, Lorenzo Carabelli, Ivan Pellicciari, Renato Corsalini, Davide Bertoli, Federico Bertoldi e Fabio Gotti. Fotografo ufficiale Fabrizio Gambirasio, diretta streaming curata da Fabrizio Castellani e alle riprese video Giovanni Nimis. Grande personalità e capacità da parte di questo Staff, che fa sì che queste competizioni acquistino grande qualità, come la presenza di tantissimi atleti: 96 con il braccio Sinistro e 187 con il braccio Destro. Atleti preparatissimi, che hanno risposto in maniera positiva al mio appello di essere presenti a questa  importante competizione per dare più visibilità possibile al nostro sport. Un ringraziamento speciale a tutti da parte mia.

Importante anche la presenza di grandi atleti stranieri che ben rappresentavano le loro nazioni, come l’Ungheria, Bulgaria, Croazia, Svizzera, Francia, Austria, Ucraina.

Veniamo alla competizione con il Braccio Sinistro. Joele Quirini e Marko Kogl vincono le categorie Juniores, mentre negli Under 21 vincono Sonny Suffer e Detelin Yonchev. Le categorie femminili vengono vinte rispettivamente da Paola Boscarato nei 55 Kg vince su Lorena Pizzighello seconda e Alessia Pietropoli, entrambe atlete dell’Eurobody. Mentre Nikita Lucato nei 60 kg vince su Sofia Perrone. Gli oltre 65kg vengono vinti dalla campionessa Caroline Thommen, Lamparelli Layla seconda, così come per l’Assoluto.

Negli esordienti Ivano Righetti vince i 65 kg, Mirko Pierotti i 70 kg, Matteo Robasto i 75 kg, mentre gli 80 Kg vengono vinti da Fioravanti Marco, Pasquale Cesarano negli 85 kg, Mirko Centanni i 95 kg e gli oltre 95 da Andrea Fontanelli. Buona la prestazione in quest’ultima categoria di Ferraro Tony, che con grande caparbietà va a podio.

Veniamo alle tre categorie MASTER : nei 70 kg ha vinto il Campione del Mondo Drazen Kogl, il nostro campione Capra Franco nulla ha potuto contro di lui. Marangon Ermanno vince gli 80 kg. Grande battaglia nei +90 kg dove un ottimo Fiori Stefano dimostra di aver fatto una grande stagione con un notevole salto di qualità, battendo un ottimo atleta come Gastaldello Frenzis.

 

Nei SENIOR per i 65 Kg ha vinto Maurizio Novelli su Manco Castrese Franco, il campione Mondiale Master Drazen Kogl ha vinto i 70 kg, davanti a Diego Michelangeletti, mentre nei 75 kg Silviu Gheoghita ha vinto su Stefan Lengfeldner, con terzo Valentino Carrara.

Emanuele Pavanello è leader indiscusso negli 80 kg, secondo è il Bulgaro Detelin Yonchev, terzo il sempre pronto Luca Zanchi. La categoria degli 85 kg, è una categoria già assegnata a un autentico campione: Gasparini Ermes, che gareggia con estrema scioltezza, dimostrando di non avere rivali nella sua categoria. Neanche Rusu Mariu Daniel è riuscito minimamente a impensierirlo. Anche Peter Kovacs vince con estrema supremazia i 90 kg, secondo e terzo sono Marco Finotto e Luigi Paciello. Padrone della categoria 100 kg è il sempre pronto Guatta Cristian, che agli appuntamenti che contano e nelle categorie del suo peso, come i 100 kg, arriva sempre primo. Secondo è il croato Viktor Sovic, e terzo l’ottimo Luca Basile.

Passeggiata per Lamparelli Frank nei 110 kg, dove la sua superiorità era netta sull’atleta svizzero Julien Cecere e Federico Bertoldi terzo.

Una bella categoria molto avvincente quella dei + 110 kg, dove ha vinto Battaglia Manuel contro un ritrovato Vallenari Daniele. Terzo è Hans Fuchs (Austria), e quarto De Marchi Tomas.

Un Assoluto spettacolare di sinistro, dove nessuno è riuscito a impensierire il campione del mondo juniores under 21, Gasparini Ermes. Ha stupito veramente la facilità con cui questo atleta ha battuto atleti affermati come Battaglia Manuel, Peter Kovacs e Lamparelli Frank. Veramente un atleta di altissima qualità, che porta la nostra federazione sul tetto del mondo.

Per il braccio Destro, iniziamo dai Juniores dove Luca Tavanti e Marco Kogl vincono le categorie. Mentre negli under 21, Sonny Suffer e l’atleta bulgaro giovanissimo e fortissimo DetelinYonchev non hanno trovato difficoltà a vincere.

Anche i nostri MASTER nel braccio destro, hanno dimostrato una grande preparazione. Luca Casagrande secondo e Franco Capra terzo, non hanno potuto fare niente contro il campione del mondo Drazen Kogl, che è dotato di grande tecnica e forza. Ermanno Marangon ha vinto gli 80 kg , Ermanno è un atleta veterano che non si dà mai per vinto, così come Ghezzi Attilio che è secondo. Massimo Cesari ha vinto su Sabadotto Flavio nei 90 kg. Nell’ultima categoria master +90 kg ha vinto Fiori Stefano, dimostrando la sua grande preparazione, secondo è Fortunato Tomaselli. Ringrazio anche questi atleti Master, e li invito a prepararsi sempre al meglio anche in vista del futuro campionato Mondiale in Malesia.

Le tre categorie femminili, con mio grande piacere, erano composte da 5 atlete ognuna. Nei 55 kg ha prevalso Chiara Acciaio su Paola Boscarato. Chiara è una nuova atleta, dotata di grande tenacia e forza, sentiremo sicuramente parlare parecchio di lei, ha fatto davvero un’ ottima impressione. Buona anche la prova di Paola.

La categoria dei 60 kg è stata vinta dalla campionessa Monica Pedoglia, quarta al mondo in questa categoria. Seconda la veterana Francesca Messina, un’atleta sempre preparata, e brava anche Barbara Rivi, che nonostante abbia appena iniziato si è classificata al terzo posto. Nell’ultima categoria femminile, la più pesante, si è imposta l’atleta Svizzera Caroline Thommen, ma Lamparelli Layla l’ha comunque messa decisamente in difficoltà, dimostrando di essersi preparata bene, anche se in termini di resistenza Caroline ha avuto la meglio, vincendo anche l’Assoluto.

Questo internazionale è stato caratterizzato anche dalla categorie Amatori – Esordienti. I 65 kg sono stati vinti di Luis Campli, anche Mirko Pierotti ha vinto, ed è un atleta che ormai viene considerato un Senior a tutti gli effetti. Mentre i 75 kg sono stati vinti da un atleta ucraino, OleksandrMelnykovych. Bravo Marco Fioravanti che ha vinto gli 80 kg, e ormai è una rivelazione autentica Riccardo Pacioni che da Juniores ha vinto la categoria degli 85 kg. Mirko Centanni e un ottimo Stefano Malgaretti vincono in ordine i 95 kg e i +95kg, dimostrando di essere degli atleti con potenzialità da Senior.

 

Con i SENIOR gli incontri si sono fatti veramente avvincenti. Tutti i migliori atleti italiani si sono scontrati tra loro e anche con campioni stranieri.

Partiamo dai 60 kg, dove il nostro campione Gambirasio Fabrizio ha perso il titolo contro un nuovo atleta, Calogero Burgio, che dimostra così di avere le qualità per essere già un campione alla sua prima competizione. Grande scontro nei 65 kg, dove il campione Thomas Manghi si è imposto su un preparato Manco Castrese Franco. Belli gli incontri, molto avvincenti, anche per il terzo classificato Davide Agasi.

Categoria difficilissima e piena di ottimi atleti quella dei 70 kg, vinta dal leader di questo peso Aleksander Vladaj, battendo in finale l’atleta croato Sandro Jagarcec. Pensate, tanto per fare dei nomi, che al terzo posto abbiamo Michelangeletti, al quarto Harutyunyan, e successivamente Piazzolla, Coltuneac, Casagrande, Pierotti, Accardo, Busia, Mazzucchi, tutti ottimi atleti ai vertici e spesso a podio! Grande e difficilissima categoria questa!

Strepitoso Massimo De Pasquale nei 75 kg, con quattordici atleti in categoria, ha riportato delle vittorie schiaccianti in tutti i suoi match, e quindi si colloca prepotentemente tra i migliori in assoluto di questa categoria. Secondo è Drazen Kogl (Croazia) e terzo un ritrovato Massimo Tortorici.

Nessuna storia negli 80 kg, dove Pavanello Emanuele è stato nettamente superiore e ha vinto sull’atleta austriaco Christian Eiter al secondo posto e su Sergiu Catarig terzo, con degli ottimi Yan Sabadotto e Luca Zanchi rispettivamente quarto e quinto.

Gli 85 kg vengono vinti dal leggendario campione svizzero Pascal Girard, con secondo Daniel Rusu che si conferma un atleta molto completo, terzo Burusic Josip e quarto e quinto un ritrovato Dimitri Martignago e l’ottimo Virlan Ivan. Un altro grande campione vince sull’atleta italiano dell’anno: Peter Kovacs (Ungheria) ha vinto appunto sul nostro Paganin Ermes, che dopo tantissime vittorie come quella al campionato del mondo dove ha vinto nella categoria Master 90 kg, e poi anche l’Assoluto in Svizzera, si è piazzato qui al secondo posto dietro appunto a un grande campione. Bravo Luca Gallupi, del Team Tyrsenoi, che ha ottenuto un ottimo terzo posto, e quarto il sempre presente Marco Finotto.

I 95 kg sono stati vinti da un atleta molto forte e tecnico, il croato Victor Sovic , e il nostro campione Daniele Sircana si è classificato al secondo posto, non riuscendo a spuntarla contro questo atleta croato molto completo. Terzo è Ferrazzo Salvatore.

Nella categoria dei 100 kg c’erano ben 10 dei migliori atleti, italiani e stranieri. Abbiamo potuto assistere a veri incontri di grande braccio di ferro, di quelli che veramente ti appassionano, l’artefice di tutto ciò è stato il grande campione veterano Guatta Cristian che ha fatto veramente degli incontri incredibili! Si è imposto su due ottimi atleti croati come Josip Bregovic e Ivo Krizan.

Nessun problema nei 110 kg per il campione Frank Lamparelli, che ha trovato una categoria decisamente semplice. Spettacolare la categoria dei + 110 kg, dove dopo due anni di inattività è rientrato alla grande Daniele Vallenari, vincendo su due campioni come De Marchi Tomas e Battaglia Manuel.

Nell’Assoluto di destro c’erano ben 22 atleti, e alcuni grandissimi incontri hanno reso spettacolare questo Internazionale! Nulla hanno potuto campioni come Peter Kovacs, Pascal Girard, Bregovic, Paganin, Vallenari e Guatta contro il grande Campione Lamparelli Frank, che ha vinto in maniera netta tutti i suoi incontri, dimostrando la sua spettacolare superiorità e incredibile forza. Dietro a Frank si sono piazzati in ordine Peter Kovacs, Josip Bregovic e Viktor Sovic. Un incontro che merita di essere citato è quello tra il nostro campione Guatta e il grande campione di livello mondiale Pascal Girard! Hanno fatto veramente una grande battaglia, con molte ripartenze. Alla fine l’ha spuntata per doppio fallo Guatta. Complimenti ad entrambi per lo spettacolo offerto!

È stato un Internazionale veramente da ricordare grazie alla WAF, che ha trasmesso su You Tube tutta la gara in streaming, che può così essere vista da tutti – Armwrestling International Championship Italy. Grandi soddisfazioni anche nel leggere i commenti su tutti i portali internet delle varie Federazioni, con molti complimenti per la grande organizzazione effettuata.

Un sentito ringraziamento a tutti quelli che hanno contribuito al successo di questa competizione, e agli sponsor ufficiali di questo evento: Vitamincenter, Global System, Burger King, Impianti Elettrici Bazzoli Stefano, Egidio Logistica, Adasistemi, Sai e tutti gli altri: è grazie al loro contributo che si possono organizzare questi grandissimi eventi.

Per concludere, vista la grande collaborazione con l’evento Due Torri, si sta già parlando di ripetere di nuovo questa splendida esperienza il prossimo anno.

Un ringraziamento speciale va a un amico di lunga data, e grande sportivo, Barbi Danilo, che è stato prezioso durante tutto l’evento, e a mia cugina Virna Nedrotti, Vice Presidente della SBFI, sempre più presente e sempre più fondamentale per la Federazione con il suo prezioso lavoro e grande impegno. Un grazie anche a colui che mi è sempre al fianco nella preparazione logistica delle gare, Bertoldi Federico.

Rizza Claudio – Presidente SBFI

MEMBRO DI

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia

AFFILIATA

 
SBFI affiliata Atleti Olimpici ed Azzurri d'Italia SBFI affiliata CSEN