Resoconto Judgement Day 2019


SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia - Judgement Day 2019

Grande prestazione della Nazionale Italiana all’ultima gara internazionale dell’anno 2019, il Judgement Day!
L’Italia si è presentata con nove atleti.
Il livello e il numero di atleti era molto alto. Le categorie andavano di 10 Kg in 10 Kg, con una media di 20 atleti ciascuna.
Tutti i nostri atleti hanno dato il massimo e grazie ai loro buoni risultati siamo stati premiati come terza migliore nazionale su quindici nazioni partecipanti. Solo l’Ungheria, arrivata prima, e la Croazia, seconda, sono riuscite a batterci ma avendo molti più atleti.

Andiamo ad elencare le loro prestazioni e i loro risultati.
Enrico Domenicale si difende bene, ma non riesce ad arrivare tra i primi sei atleti. Sicuramente le categorie per il suo peso erano troppo difficili.
Alla sua prima trasferta Ivan Carafa vince degli incontri importanti sia con il braccio destro, sia con il braccio sinistro. Anche lui non riesce ad arrivare a podio, ma questo momento è solo rimandato.
Anche Jonathan Guidelli era alla sua prima trasferta. Ventiquattro gli atleti nella sua categoria. Vince importanti incontri e, pur non arrivando a podio, è stata notevole la sua grinta.
Cristian Guatta gareggia nei Master con atleti decisamente sopra il suo peso. Si difende molto bene, ma non riesce a raggiungere un risultato a lui soddisfacente.
Altra storia nella categoria Senior. Cristian con il braccio sinistro non riesce a mantenere la sua cattiveria agonistica, mentre con il braccio destro si classifica al sesto posto vincendo parecchi incontri. Perde la possibilità di andare a podio con Pèter Kovàcs, vincitore della categoria, il quale riconosce la difficoltà dell’incontro sostenuto con Cristian.
Strepitoso Yuri Seiti che con il braccio sinistro è terzo e con il destro vince la categoria dei +105 Kg. Ha dimostrato di essere già ad altissimo livello, sentiremo presto parlare di lui in ambito internazionale.
Anche per Sebastiano Paitowschi è la sua prima competizione internazionale. Nei 95 Kg destro arriva terzo. Un podio molto soddisfacente; nell’ultimo anno Sebastiano ha fatto notevoli progressi anche grazie alla preparazione con Tomas De Marchi.
Zanchi Luca si difende nei Senior da abile combattente. Ottiene uno strepitoso secondo posto nella categoria Master 90 Kg.
Unica atleta femminile la nostra Monica Pedoglia, che dimostra nella categoria fino 55 Kg di non avere rivali. Vince sia con il braccio sinistro, sia con il destro. La sua preparazione è ottima ed è un atleta che può ambire ad un podio mondiale.
Sono particolarmente soddisfatto per i risultati ottenuti da Monica visto l’impegno e la passione che da sempre dimostra per il nostro sport.

Bella l’organizzazione e soprattutto l’intesa tra Italia e la Federazione Ungherese da sempre legate da grande rispetto ed amicizia.
Stupendo il rapporto tra gli atleti convocati.
Grazie per la presenza a Tomas De Marchi in qualità di supervisore e aiuto alla segreteria.
Ringrazio tutti per l’ottimo risultato portato alla nazionale.

Alla prossima!

Claudio Rizza

Photogallery

       

MEMBRO DI

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia