Resoconto Mondiale 2014

Eccomi finalmente a commentare la grande prestazione della nostra Nazionale al Campionato del Mondo in Lituania! Come avevo già detto lo scorso anno, il braccio di ferro italiano è in crescita costante, ma mai come quest’anno abbiamo portato a casa un così ricco bottino. Questa Nazionale ha superato tutti i nostri record precedenti:  ben sette medaglie conquistate!!! Di cui quattro ori, due bronzi e un argento. Senza trascurare, per il punteggio complessivo della nazionale, i quattro quarti posti, quattro settimi e un sesto posto. Questi risultati ci portano ad essere la tredicesima nazionale su quarantatre nazioni partecipanti!

Il 17 settembre, primo giorno del braccio sinistro, abbiamo conquistato una medaglia d’oro nei +100Kg MASTER con il possente Cappa Davide! In gran forma e pronto a dar battaglia, Davide gli anni scorsi era già stato Campione Mondiale ed Europeo nei Master, e ha confermato ancora il suo alto livello! È stato veramente emozionante vedere un Davide così sicuro di sé, con un’impostazione di tiro veramente corretta, uno spettacolo osservare la facilità con cui batteva i suoi avversari!

Portano punti alla Nazionale anche i nostri Grand Master, come il settimo posto di Peruch Ivano e di Moruzzi Guido, e il quarto posto del nostro Re Leone Bertacchi Giulio. A questi atleti va un ringraziamento speciale, dato che la loro preparazione diventa molto più faticosa a causa dell’età.

Negli JUNIORES-21 85Kg Gasparini Ermes è arrivato a questo mondiale carico e preparato con il braccio sinistro. Ha iniziato i primi tiri spazzando i suoi avversari senza problemi, poi quando ha trovato il russo Logvin è stato battuto. Logvin era veramente preparato e si è preso la rivincita su Ermes dall’anno precedente in Polonia, dove aveva perso in semifinale di sinistro proprio contro Gasparini, piazzandosi al terzo posto.  Ermes si è poi guadagnato l’accesso in finale, dove ha perso sempre con Logvin per due falli. Vista la preparazione di questo atleta russo, direi un argento veramente prezioso per il nostro Ermes!

E arriviamo a Grimaldi Antonio, uno degli astri nascenti del braccio di ferro italiano. Mi aspettavo veramente un ottimo risultato, ma vederlo già a podio è stata anche per me una grande soddisfazione. Antonio ha iniziato la sua carriera sportiva in modo rapido e molto brillante, dimostrando di essere un atleta dotato di grande forza e genetica. La nostra federazione segue con grande interesse questo giovane atleta, che sicuramente ci darà ancora tante soddisfazioni. In questo Mondiale ha ottenuto un’ottima medaglia di bronzo nella categoria  Juniores- 21 75 Kg, ma in Italia darà veramente del filo da torcere agli atleti Senior di categorie superiori. Veramente un grande atleta che, come talento, assomiglia molto al nostro Gasparini Ermes.

Il 18 settembre 2014 rimarrà tra le date da ricordare nella storia della SBFI: abbiamo conquistato tre medaglie d’oro! Il nostro giovane fenomeno Gasparini Ermes ha trionfato nettamente negli JUNIORES 21 85Kg, conquistando la vetta di un altro podio (ricordo che lo scorso anno aveva già vinto il Mondiale negli JUNIORES 21 con entrambe le braccia!). Eccezionale come sempre Gasparini, che è sicuramente un candidato per il podio mondiale Senior del prossimo anno! Stavolta il russo Logvin non ha potuto fare nulla con il braccio destro, Ermes è riuscito addirittura ad umiliarlo aspettando che l’avversario partisse per primo e tenendolo fermo per dimostrare quanta forza aveva più del russo.  Dopo essere salito imbronciato sul podio di sinistro, Ermes è salito sul podio di destro con un sorriso liberatorio…veramente incredibile questo atleta che riesce addirittura ad arrabbiarsi per un secondo posto ad un Mondiale!

Veniamo a Paganin Ermes, atleta veterano, tanti anni di gare e di grandi risultati per lui. Sono parecchi i Mondiali a cui aveva già partecipato, sempre avvicinandosi al primo posto: l’anno scorso era consapevole di potercela fare, il braccio destro rispondeva bene, ed infatti si era guadagnato un’ottima medaglia di Bronzo.  Invece quest’anno Ermes si è conquistato uno splendido e tanto atteso primo posto, e finalmente può affermare con gioia di essere campione del mondo della categoria Master 90Kg! Ermes se lo merita veramente questo titolo, dopo tanti anni di dura preparazione, ci ha sempre creduto e tuttora fa fatica a credere di esserci riuscito sul serio, ma la medaglia d’oro è sua! Anche Ermes Paganin è uno dei migliori e più completi atleti italiani della nostra disciplina sportiva.

Cappa Davide ha dominato anche col braccio destro. Aveva in categoria degli atleti molto forti, specialmente il campione del mondo Master dello scorso anno, il russo Melentyev Oleg, un autentico colosso, che è riuscito a battere Davide nella fase delle eliminatorie. Davide mi ha veramente stupito, dato che l’ho visto gareggiare in maniera perfetta, senza sbagliare nulla, guadagnandosi così l’accesso in finale, dove Melentyev era arrivato da vincente senza problemi. Cappa ha fatto un’impresa storica, battendo nettamente il russo in tutti e due gli incontri della finale e guadagnandosi così una splendida medaglia d’oro, riuscendo nell’impresa di doppiare la medaglia vinta il giorno prima, stravincendo sia di destro che di sinistro!

La nostra Luciana Foianesi non è riuscita nell’impresa di mantenere il titolo mondiale nella categoria Master 70 Kg, che aveva vinto l’anno scorso, nonostante io dessi quasi per scontato che potesse farcela di nuovo. Il primo incontro è andato male, poi ha recuperato, ma ha poi perso l’ultimo incontro prima della semifinale, perdendo così la possibilità di salire sul podio: il risultato finale è stato un quarto posto che non le dà sicuramente soddisfazione.

Doveroso ricordare l’ottima prestazione di Accardo Giovanni, che si è piazzato al sesto posto nella categoria Master 70Kg. Accardo, pur non essendo stato in ottima forma durante la stagione agonistica SBFI, si è preparato al meglio per questo Mondiale, ed ha portato punti alla nazionale. Bravissimo questo atleta Master che, pur essendo residente in Sicilia, in una zona in cui fatica a trovare dei buoni compagni d’allenamento per migliorare, sta dimostrando costanza e tenacia.

Bravo anche Fiori Stefano, al suo esordio nella categoria 100kg Master: un ottimo decimo posto col braccio sinistro, che gli darà sicuramente lo spunto per prepararsi sempre meglio e poter ambire ad entrare nei primi sei della categoria.

 

I due giorni successivi, come sapete, erano quelli delle categorie più dure e difficili, quelle dei SENIOR, ma in cuor nostro speravamo di poter conquistare ancora qualche medaglia. L’inizio è stato piuttosto difficile: quasi tutti i nostri atleti non riuscivano ad imporsi.

Pavanello Emanuele, grande guerriero e combattente, era molto in tensione per questo Mondiale, dovendo gareggiare in una categoria molto numerosa ed agguerrita. Ciò nonostante, con degli ottimi incontri e grandi vittorie, ha ottenuto un notevole settimo posto col braccio sinistro! Emanuele in passato aveva già fatto delle ottime prestazioni ai Mondiali, arrivando sesto nel 2008 ed ottavo l’anno scorso.

Solo il nostro grande campione Lamparelli Frank si è veramente distinto nelle categorie SENIOR in questo Mondiale! La sua medaglia di bronzo nella categoria Senior 110 Kg Sx è stata una bellissima sorpresa per me, non essendo abituato a vederlo tirare così bene con il braccio sinistro! Ha vinto tre incontri di fila, ed è arrivato in semifinale perdendo contro il russo Artem Grishin, che poi a sua volta ha perso contro il campione mondiale Ivan Matyushenko. In questa categoria col braccio sinistro Frank è stato sconfitto solo da questi due atleti russi, conosciuti in tutto il mondo come due grandi campioni. Grandissimo Lamparelli che finalmente, dopo tanti anni e dopo tanti mondiali disputati, sfiorando spesso il podio senza mai raggiungerlo, può ora dedicare questa importantissima medaglia a sua figlia appena nata!

Parliamo anche del grande quarto posto ottenuto da Frank nella categoria di destro, che pensavo seriamente potesse vincere. Non mi sono sbagliato di tanto, Lamparelli ha fatto degli incontri strepitosi!  Gli è stata data una sconfitta per doppio fallo veramente scandalosa. Sono rimasto molto male nel vedere un arbitro Master Russo (Verena) decretare la vittoria di Lamparelli, e vedere in seguito il secondo arbitro annullarla in modo ignobile. Lamparelli, ormai stremato, ha perso così la possibilità di vincere l’incontro per accedere alla finale, incontro in cui gli sono stati di nuovo assegnati due falli di gomito in fase vincente. Frank è così arrivato quarto in categoria senza essere mai stato veramente battuto da un avversario, ma solo per falli in fase vincente. Resta veramente l’amaro in bocca per tutto questo, attenuato in parte dalla felicità che provo nel constatare che ora finalmente tutti i migliori atleti mondiali considerano Frank Lamparelli un possibile vincitore della categoria 110 Kg Senior al prossimo campionato del mondo. Credo che il tanto atteso sogno si stia avvicinando sempre di più!

Per quanto riguarda le nostre atlete femminili, va assolutamente citata l’ottima prestazione della nostra campionessa Pedoglia Monica, che è arrivata al quarto posto col braccio destro nella categoria SENIOR 55 kg! Incontro dopo incontro Monica si è portata ai primi posti, e solo per un doppio fallo ha perso la possibilità di conquistare una medaglia. Dopo tanti anni di assenza dai campionati del mondo, si può parlare di un ritorno veramente ottimo per questa atleta! Monica ha davvero la possibilità di salire sul podio ai prossimi campionati Mondiali, speriamo che il suo preparatore e marito Cristian Guatta la prepari al meglio facendole ottenere l’ambita medaglia! Dopo aver avuto due figli, Monica è riuscita a portare punti importanti alla nazionale. Grazie di cuore per la tua grinta!

Bravissima al suo esordio Acciaio Chiara, che porta punti e soddisfazione alla Federazione: un ottimo settimo posto per lei. Chiara ha iniziato da poco ma è decisa a crescere, ed è armata di grande passione che sicuramente la porterà ad ottenere risultati sempre migliori.

Da non dimenticare la nostra campionessa Lamparelli Layla, che per tanta emozione e tanta tensione non è riuscita a raggiungere i risultati che potrebbe ottenere. Speriamo che presto possa anche lei raggiungere  un podio mondiale.

Doveroso è ricordare anche Zanchi Luca e Basile Francesco che, al loro primo mondiale, hanno ottenuto delle importanti vittorie, arrivando nei primi quindici di queste numerose categorie.

Con la SBFI in passato avevamo già ottenuto dei grandi risultati nei Senior ai Mondiali, grazie a Campioni leggendari come Bruni Emanuele, Schivalocchi Nicola, Suardi Davide, Guatta Cristian e Frroku Edmir. Ora Lamparelli ha replicato la grande prestazione che Gasparini Ermes aveva fatto al Mondiale in Brasile due anni fa, cioè ottenere un terzo e un quarto posto SENIOR nella stessa edizione! Avere un giorno un Campione Mondiale italiano è ormai possibile, visto che il livello dei nostri atleti sta crescendo di anno in anno e in futuro potremo calcare anche il gradino più alto, grazie ai nostri atleti di punta!

Oltre alle 7 medaglie conquistate, voglio comunque complimentarmi con tutti i miei quaranta atleti per come si sono battuti. Ho visto alcune categorie davvero durissime, ma i nostri si sono comunque fatti valere!

Grande orgoglio anche nel vedere i nostri arbitri crescere sempre di più. Un ringraziamento speciale va a Menegazzo Fulvio. Purtroppo il suo comando non gli ha dato il permesso di partecipare all’intera settimana del Mondiale. È venuto ugualmente nei primi giorni, assicurando la sua importante presenza al meeting mondiale, dove sono emerse tante novità importanti, e ha anche seguito il corso di arbitro Master, conseguendo l’attestato ma non potendo in seguito riceverlo poiché non ha potuto arbitrare nei giorni di competizione.

Spettacolare salto di qualità di Katia Crucitti che, dopo aver arbitrato in due o tre competizioni estere e in tutte le più importanti gare italiane, si è iscritta al corso di arbitro mondiale Senior, passandolo a pieni voti! Grande orgoglio da parte mia nel vederla arbitrare come primo arbitro al mondiale, guadagnandosi la stima di tutti i suoi colleghi e portando un importante apporto tecnico ai nostri atleti. Complimenti Katia per la grande opportunità che hai dato alla nostra federazione!

Anche Bertoli Davide ha fatto il suo esame ed ha conseguito l’attestato di arbitraggio Junior Mondiale, e si prepara per passare anche lui come arbitro Senior negli anni futuri.

Va ringraziato per l’ottimo lavoro svolto il fisioterapista Cristian Cannoni, che lavora per la clinica mobile del Dott. Costa. Con grande passione e professionalità, ha massaggiato e sistemato al meglio tutti gli atleti della nazionale. Inizia un’importante collaborazione proprio con lui per le gare future.

Doveroso è anche ringraziare Serenella Capitani, che aggiornava in tempo reale tutti i tifosi ed appassionati su internet riguardo a tutti gli incontri del Mondiale e dei nostri atleti italiani in particolare!

Concludo con un nome molto importante, per me e per la Federazione SBFI che rappresento: Virna Nedrotti, che è stata sempre al mio fianco sistemando tutte le varie problematiche che di ora in ora, in trasferte del genere, nascono. Ha operato al meglio, mantenendo i rapporti con tutti gli atleti e con la WAF. Persona veramente preziosa e capace, devo tanto a lei per tutto l’aspetto organizzativo. Tante volte non viene citata, ma è sempre presente, sia nelle organizzazioni italiane che nelle ultime quattro edizioni dei Mondiali. Grazie di cuore per il tuo lavoro Virna e grazie per sopportarmi!

Un ringraziamento sentito  agli sponsor che con il loro contributo hanno permesso di avere divise nuove, pagare la prima iscrizione a tutti , il viaggio ad alcuni atleti e la totale trasferta ai più rappresentativi. Senza il loro apporto queste importanti riconoscimenti non si possono ottenere!

Impianti elettrici Bazzoli StefanoBurger King ArilicaGlobal System, Hotel Villa Del Sogno, Paradise di Monsano.

 

Presto parteciperemo ai World Games, che saranno l’anticamera delle Olimpiadi. È una notizia che aspettavamo da anni, e adesso è diventata realtà! Dovremo diventare tutti più seri ed affrontare il nostro amato sport con grande professionalità e serietà, in modo da essere pronti al meglio per questo grande avvenimento!

Rizza Claudio – Presidente SBFI

 

MEMBRO DI

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia

AFFILIATA

 
SBFI affiliata Atleti Olimpici ed Azzurri d'Italia SBFI affiliata CSEN