Resoconto XIV Coppa Italia

Chiudiamo l’anno con un grande successo, la Coppa Italia giunta alla sua XIV edizione. Quest’anno, con decisione presa dal direttivo, è stata aperta per la prima volta anche agli atleti stranieri, una decisione assolutamente azzeccata.

Centoquarantasette gli atleti iscritti per duecentoquaranta iscrizioni. Sessanta i nuovi atleti, quindici squadre italiane partecipanti e circa trenta atleti stranieri.

Prima di iniziare la competizione sono stati premiati i nostri due campioni del mondo: Ermanno Marangon e Ermes Paganin con toccanti parole e incitamento per i nuovi atleti.

Viene chiamato sul palco anche Ermes Gasparini per mostrare la medaglia di campione del mondo dell’anno 2015 consegnata dalla WAF e con tanta voglia di rivederlo presto protagonista.

Fresca della importante nomina come responsabili per la WAF degli arbitri Europei anche la nostra Katia Crucitti anche lei viene premiata con immensa soddisfazione.

Presente anche Florin Lazar il responsabile tecnico ufficiale delle WAF che per l’occasione ha presentato il nuovo sistema per iscrizioni e svolgimento delle competizioni, adesso è in nostro possesso per un altro importante salto di qualità.

Significativo l’inizio della competizione grazie a sei atleti disabili, che hanno fatto provare entusiasmo ed emozione a tutti i presenti!

Partiamo proprio da questa categoria citandone i vincitori: con il braccio sinistro Lukas Prachensky dalla Repubblica Ceca, secondo Kenana Eroglu dalla Turchia e terzo Rene Hubner dalla Svizzera.
Con il braccio destro vince sempre Lukas Prachensky, secondo è Candogan Gumus e terzo Kenana Eroglu.

Nelle categorie esordienti purtroppo va segnalato un errore, cioè la presenza del campione Rustam Malicov del Kazakhstan, il quale non avrebbe potuto accedervi in quanto già atleta a livello mondiale. Mi dispiace molto per questo inconveniente, ma purtroppo ci siamo accorti troppo tardi a gara iniziata. Inutile dire che le categorie esordienti 80 Kg destro e sinistro sono state vinte proprio da lui. Va detto,però, che Michele Sedola, arrivato secondo, e Angelo Muscas, terzo, con il braccio sinistro e Luca Merlin e Bruno Zebri con il braccio destro, sono stati all’altezza del campione Kazachistano!
Nella categoria esordienti 90 Kg sinistro vince Umberto Inferrera, mentre nei 100 Kg vince Saitti Marco.
Nuovo l’atleta che vince la categoria +100 Kg, Hryhoriy Kulyk, che pur essendo alla sua seconda competizione è risultato troppo forte per fare gli esordienti.
Nella categoria esordienti 70 Kg destro vince Valerio Cappellari su Andrea Zigante, mentre i 75 Kg sono vinti da Agasi Nazareno su Umberto Bellinzona.
Gli 85 Kg sono vinti da Serhiy Bablenyuk su Enrico Domenicale.
Umberto Inferrera vince anche i 90 Kg destro su Ivan Vernieri. Di Lorenzo Simone vince i 100 Kg su Danu Egorov e i +100 Kg sono vinti da Spada Vincenzo su Casillo Vincenzo.

Due le categorie di destro per i Juniores, i 70 Kg sono vinti da Ilioi Nicolas su Mathis Bouillet, mentre nei +70 Kg ha la meglio Mate Kozak su Levente Tibor, terzo, dopo gli atleti Ungheresi, il quattordicenne Mattia Vezzola.

Molto combattute le tre categorie Master. Gli 80 Kg sono vinti da Zanini Cristian. Luca Zanchi vince i 90 Kg davanti a Brambillasca Marco. Gli oltre 90 Kg sono vinti da Claudio Fusaro, secondo Ferri Pierangelo. Spettacolare il suo rientro dopo anni d’inattività. Ottima la sua prestazione e grande la soddisfazione che ha dato ai suoi tifosi che per sostenerlo sono accorsi numerosi e con grande euforia.

Tre le categorie femminile. L’atleta svizzera Leila Leuenberger vince su Lilia Ivanova nella categoria 55 Kg, mentre Monica Pedoglia rientra preparatissima e con grande grinta vince i 60 kg su Laura Collura e Simona Rosa Cardinale.
Gli oltre 60 Kg sono vinti da Maria Claudia Carboniani, seconda Paola Marchi tutte e due nuove atlete ma che promettono molto bene vista la loro grinta.

Partiamo ora con i Senior sinistri. I 70 Kg sono vinti da Gheorghita Silviu sull’atleta Anuar Kandyrov. Negli 80 Kg spettacolare la finale vinta a fatica dall’atleta Kazachistano Rustam Malicov sul nostro italiano Gioco Placido.
Pavel Sumak, atleta bielorusso, vince i 90 Kg su Gabriele Giurdanella, terzo è Roman Bogdan. Il campione Cristan Guatta vince i 100 Kg su un ritrovato Giovanni Zanocco e Seiti Stefano che è terzo.
Nei +100 Kg Manual Battaglia la fa da padrone vincendo sull’ungherese Robert Nemeth e buona anche la prestazione di Bertoldi Federico che arriva terzo.
Veniamo ora alla categoria Senior destro. Nei 70 Kg vince ancora Gheorghita Silviu, secondo è Hrant Harutyunyan.
Negli 80 Kg cambia la storia: il campione Gioco Placido con il braccio destro si prendere la sua rivincita con l’atleta Rustam Malikov – Kazakhstan – riuscendo a vincere la categoria.
Autentica rivelazione di questa Coppa Italia è l’atleta del team di De Filippo Antonio, Robasto Matteo, che vince su Pavel Sumak e Giurdanella Gabriele.
Nella categoria 100 kg strepitoso Seiti Stefano, che vince su Varchetta Angelo. Si classifica solo al terzo posto Guatta Cristian.
Negli oltre 100 kg si impone Battaglia Manuel di fronte al quale Seiti Yuri, nonostante la sua ottima preparazione, ha potuto spuntarla.

Si conclude la manifestazione con gli Assoluti, dove con il braccio sinistro vince Battaglia Manuel davanti a Silviu Gheorghita e Gioco Placido.
Anche col braccio destro si impone Battaglia Manuel davanti a Seiti Stefano e Sumak Pavel.

Grande soddisfazione per il braccio di ferro italiano, che chiude il 2018 con un’entusiasmante competizione: tanti nuovi tesserati e campioni che il prossimo anno esordiranno nelle categorie SENIOR.

Un particolare ringraziamento allo staff organizzativo della SBFI, Tomas De Marchi, Denis Tognana, Katia Crucitti, Federico Bertoldi e Daniele Sircana, per la collaborazione e il lavoro svolto durante l’anno, alla presenza importante di Florin Lazar oltre a tutto il gruppo arbitri diretto da Katia Crucitti molto bravi e preparati: Fabio Gotti, Davide Bertoli, Daniele Sircana, Federico Bertoldi, Lorenzo Carabelli , Emilio Felici, Denis Tognana, Zsolt Dòrò quest’ultimo arbitro Ungherese molto Amico della federazione Italiana che per questa competizione ha portato il suo team con 10 atleti, un grazie particolare per questa grande collaborazione.
Grazie anche alle segretarie Alessandra Rizza, Lorena Mandelli, le Miss Silvia e Sonia, tutti gli Atleti partecipanti gli Sponsor e il Comune di Gardone Riviera.

Claudio Rizza

Gallery
Risultati

       

IN EVIDENZA

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia