SBFI People – Frank Lamparelli

1. Ciao Frank, ci racconti un po’ del tuo cammino nel mondo del Braccio di Ferro?

Lamparelli: Il mio cammino nel mondo del Braccio di Ferro è iniziato un po’ per gioco con la partecipazione ad una gara a Sottomarina, successivamente ho partecipato al campionato Nazionale a Roma aggiudicandomi il primo posto nella categoria esordienti 100kg e da quel momento ha avuto inizio la mia carriera tutta in salita

2. Sei un atleta dotato di una indubbia genetica. Quanto pensi che questo possa aver inciso nella tua carriera da atleta ?

Lamparelli: la genetica, nel mio caso, ha inciso molto. Devo ammettere di non aver mai dedicato molto tempo agli allenamenti. Il periodo che mi ha visto più impegnato e costante è stato quello con il Team Venice Lion.

3. Ci parli un po’ del tuo allenamento?

Lamparelli: purtroppo al momento il mio allenamento al tavolo si riduce a poco o nulla mentre in palestra riesco ancora a fare qualcosa. Da circa un anno ho cambiato lavoro e questo ha influito molto sulla gestione del tempo che dedicavo agli allenamenti con Layla, mia sorella.

4. Parteciperai al Super Match? Cosa pensi delle sfide?

Lamparelli: si, parteciperò al Super Match probabilmente solo con il braccio sinistro.
La sfida in se è un’opportunità, che viene data ad un atleta, per confrontarsi con campioni già affermati e per alcuni anche la possibilità a volte di dimostrare il proprio valore ed uscire dall’anonimato e lo dico perché io l’ho vissuto in prima persona. Per quel che riguarda queste sfide posso dire che Battaglia e Varchetta dovranno mettercela tutta e allora saranno sfide molto belle da vedere. Purtroppo sono meno ottimista per Gioco, la forza di Plamen Dimitrov va pari passo con la sua calma.

5. Puoi dare un consiglio agli atleti emergenti?

Lamparelli: agli atleti emergenti dico “prendete questo sport come una passione e come un divertimento allo stesso tempo; sarà più facile accettare le sconfitte e rimettersi in gioco. E non dimenticate mai di sorridere; è questo il segreto delle mie vittorie.

6. Una gara come il Super Match che bagaglio di esperienza sportiva può dare ad un atleta ?

Lamparelli: il Super Match da la possibilità di confrontarsi, in casa, con dei veri campioni provenienti da altre nazioni e non è cosa da poco perché permette di imparare molto al tavolo. Le garette minori fatte qua e là non bastano a costruire un bagaglio di esperienza.

Katia Crucitti



       

IN EVIDENZA

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia