SBFI People – Frenzis Gastaldello

In preparazione per l’ormai imminente Super Match, con la grinta giusta e l’obiettivo di un podio Europeo, al terzo posto nel ranking italiano dei 95 kg e membro del team Serenissima Armwrestling: Frenzis Gastaldello

1. Come sei diventato un Armwrestler? Frenzis: Ho cominciato a praticare questo meraviglioso sport nel 2010 quasi per gioco , l’ho conosciuto tramite internet prima curiosando con qualche filmato su youtube e poi approfondendo la ricerca ho scoperto che esiste una federazione Italiana la SBFI con un sito sul quale ci si può documentare sulle varie tecniche e metodologie di allenamento ( www.bracciodiferroitalia.it ) da li è cominciata questa splendida avventura ho contattato il Referente Regionale di Treviso , Martignago Dimitri che fu il primo ad insegnarmi le varie tecniche del Braccio di Ferro , poi sono andato ad allenarmi a Mestre con il Team Venice Lion capitanati dal grande campione Frank Lamparelli e ora finalmente abbiamo una numerosa squadra anche a Padova fondata dal campioni Filippo Biasio e Bertoli Davide. Insomma… da quando ho iniziato sono stato travolto dalla passione per questo amato sport e non sono più riuscito a farne a meno e da li è nato l’ armwrestler che sono!

2. Quali difficoltà hai incontrato durante la tua carriera e soprattutto come le hai superate? Frenzis: Difficoltà non ne ho trovate più di tante. Mi piaceva talmente tanto allenarmi e fare le competizioni che anche se i primi 2 anni ero spesso infiammato non mi pesava, tanto ghiaccio e varie creme per sfiammare e sotto con gli allenamenti al tavolo di nuovo , se ci fosse qualche aiuto economico non guasterebbe , però visto il periodo difficile per tutti capisco che è già dura tenere in piedi la SBFI , anzi vorrei ringraziare il nostro Presidente Claudio Rizza e tutto il suo Staff per gli sforzi quotidiani che fa per tenere alto il livello delle competizioni in Italia.

3. Quali sono le tue sensazioni rispetto a questo Super Match, cosa ti aspetti?
Frenzis: Per quanto riguarda il Super Match l’obiettivo è Vincere innanzitutto i Master e cercare di fare un bel piazzamento nei Senior io ce la metterò tutta come sempre.

4. Cosa c’è in programma nel tuo futuro agonistico?
Frenzis: Beh il mio obiettivo agonistico più ambito è il podio Mondiale o Europeo e quindi ci proverò a metà maggio agli Europei in Polonia mi sento bene e quindi vedremo

5. Tu hai gareggiato al mondiale in Bulgaria nella categoria Master; puoi dirmi qualcosa del livello degli atleti Master nel contesto internazionale?
Frenzis: Si, ho gareggiato ai mondiali in Bulgaria e sono stato abbastanza soddisfatto del risultato piazzandomi al sesto posto con il braccio destro , per ora è stato il miglior risultato mondiale da me ottenuto , essendo un mondiale il livello naturalmente è al TOP della mia categoria ( Master 90 kg ) , la mia opinione sugli atleti Master è che essendo il nostro sport una disciplina basata sulla tecnica e la forza isometrica ed esplosiva allo stesso tempo , quindi non essendo uno sport cardiovascolare e di resistenza il livello degli atleti master è cresciuto e questo l’ho notato sopratutto nell’ultimo mondiale in Bulgaria , quindi per ottenere risultati soddisfacenti bisogna prepararsi molto bene fisicamente tecnicamente e mentalmente.

Katia Crucitti



       

IN EVIDENZA

 
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia
SBFI - Sezione Braccio di Ferro Italia